Poesie inedite

  • Digressioni
  • 03/04/2017

di Alessandro Lutman – 

Questi versi notturni

Scrivere nella notte i miei versi più fragili,
lasciati in balìa dello scettro notturno,
abbattute le mura dell’Io cosciente.

Sapore agrodolce di tristezza lacrimata,
sapore salato del sudore frenetico,
sapore della notte incandescente.

Sapore di buio illuminato,
di silenzio che cala nelle stanze,
nelle campagne e nelle case.
Profumo intenso, di rose appassite,
mal curate dal giardiniere incurante,
profumo intenso di erba bagnata.

Profumo del pianto materno,
madre emotiva, madre protettrice,
che segue le tue orme sulla spiaggia.

(L’articolo completo è disponibile nella versione stampata o PDF di Digressioni n. 2 – clicca qui per info)

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER - ti aggiorneremo sulle novità della nostra rivista 

logo-digressioni-full

DIGRESSIONI - TRIMESTRALE CARTACEO DI CULTURA

Reg. Tribunale Udine n. 19/16

info@digressioni.com |