I fisici di Dürrenmatt

di Cinzia Agrizzi –

La sfida all’ordine precostituito del mondo messa in atto da Prometeo, il Titano che ruba il fuoco agli dei per donarlo agli uomini, è per definizione rivoluzionaria e ribelle: Eschilo, nel Prometeo Incatenato (Προμηθεύς δεσμώτης, 460 a.C. circa), unica opera pervenuta della trilogia originaria dedicata all’eroe, ne rimarca l’azzardo, tanto ardito da indurre Zeus a scaraventarlo nel Tartaro. Prometeo, a galoppo del progresso tecnologico, si erge così a simbolo che “libera” l’umanità da uno stato subalterno, abbracciando il senso pieno della modernità nella sua linea del tempo, dalla prima rivoluzione industriale alle conquiste della scienza e della tecnica, dal capitalismo all’atomica, da Internet al web 2.0.

Il corpo dell’attore

di Cinzia Agrizzi –

Anche se eliminiamo la parola, il costume, il proscenio, le quinte, la sala, finché rimangono l’attore e i suoi movimenti, il teatro resta teatro. (Vsevolod Mejerchol’d)
Difficile dire se il teatro sia più parola o azione. Quel che è certo è che in scena, a dare forma al logos, a vivificare un testo, è il corpo dell’attore, con i suoi limiti, le sue storture, la sua ambivalenza. Perché il corpo è un mediatore, è un linguaggio non verbale e, come tale, “significa”: racconta storie, veicola emozioni, incarna ruoli.

Viaggi senza tempo e fughe dalla realtà

  • Digressioni
  • 23/03/2017

di Cinzia Agrizzi –

Mentre Tespi, nel VI secolo a.C., allestiva commedie e tragedie girovagando da un villaggio all’altro dell’Attica con un carro che trasportava un rudimentale palco smontabile, Colette, nel primo Novecento, svelava ne I retroscena del music-hall (L’envers du music-hall, 1913) il caotico “dietro le quinte” dello spettacolo teatrale scandito dai ritmi frenetici delle tournée.

Il “mondo alla rovescia“ creato da Lisistrata

di Cinzia Agrizzi –

La Lisistrata aristofanesca, rappresentata nel 411 a.C. ad Atene, mentre infuriava la guerra del Peloponneso, è la prima commedia greca che affida il ruolo di protagonista a una figura femminile: Lisistrata, “colei che scioglie gli eserciti”, artefice di una trovata ingegnosa e di un’impresa paradossale che pone fine al logorante conflitto nell’Ellade.

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER - ti aggiorneremo sulle novità della nostra rivista 

logo-digressioni-full

DIGRESSIONI - TRIMESTRALE CARTACEO DI CULTURA

Reg. Tribunale Udine n. 19/16

info@digressioni.com |