controluce e dintorni

di Roberta D’Aquino –

ci siamo cresciute accanto [piantagioni
diverse] bevuto il nutrimento della terra
tu che rilasci vitamine per prendere
i miei amidi, i minerali suoi. così siamo
cresciute, le radici nella vita d’altri
e ora che la notte è un canto ovattato
di macchine che sfilano lontane
e di grilli, le mani intrecciano destini
tra le paratie di sabbia e solo versi
senza parole, un linguaggio cartaceo
coriaceo, il carapace più ampio
che ci contiene

(L’articolo completo è disponibile nella versione stampata o PDF di Digressioni n. 11 – clicca qui per info)

 

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER - ti aggiorneremo sulle novità della nostra rivista 

logo-digressioni-full

DIGRESSIONI - TRIMESTRALE CARTACEO DI CULTURA

Reg. Tribunale Udine n. 19/16

info@digressioni.com |