Il re bianco

di Annarosa Maria Tonin –

Tutto ha inizio da un viaggio che Massimiliano d’Asburgo (1459-1519), figlio dell’Imperatore Federico III (1415-1493) e della principessa portoghese Eleonora d’Aviz (1434-1467), compie nel 1477 dalla Bassa Austria a Gand per sposare Maria (1457-1482), figlia del duca di Borgogna Carlo il Temerario. C’è chi sostiene che la felicità sia un attimo; ebbene, quell’attimo accade quando i due si incontrano. Un matrimonio combinato che si presenta subito come un matrimonio di vera passione amorosa. Dura soltanto cinque anni, a ulteriore conferma dell’attimo di felicità. Maria muore a Bruges, cadendo da cavallo durante una caccia col falcone; Maria, una giovane donna bellissima, di cui Massimiliano descrive fattezze e virtù nelle epistole che invia agli amici. Di lei e del suo incarnato bianchissimo racconta il ritratto di datazione incerta e attribuito a Michael Pacher; il profilo dolce della Duchessa di Borgogna emerge dal fondo scuro, accompagnato dalla raffinatezza degli abiti di broccato, dalla collana di pendenti dorati e dal copricapo a forma di cono, chiamato hennin, diffuso fra le donne dell’alta società delle Fiandre, sul quale è applicata una magnifica spilla con rubino.

(L’articolo completo è disponibile nella versione stampata o PDF di Digressioni n. 10 – clicca qui per info)

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER - ti aggiorneremo sulle novità della nostra rivista 

logo-digressioni-full

DIGRESSIONI - TRIMESTRALE CARTACEO DI CULTURA

Reg. Tribunale Udine n. 19/16

info@digressioni.com |