In Asia prima di Marco Polo

di Daniele Rampazzo –

Quando si pensa alle esplorazioni del continente asiatico, viene subito da pensare al veneziano Marco Polo, a suo padre Niccolò e suo zio Matteo come ai primi viaggiatori in quelle lontane contrade (1260-1288). Ma ben ventisei anni prima di Marco e quindici anni prima dei fratelli Polo, un altro italiano era giunto alla corte del Gran Khan: il frate francescano Giovanni dal Pian del Carpine.

Nato in quest’ultima località (l’odierna Magione, in provincia di Perugia) in una data imprecisata ma collocabile entro gli ultimi tre decenni del XII secolo, non abbiamo molte e chiare notizie sulla sua vita. Certo è che il Capitolo generale dell’Ordine nel 1221 lo invia, assieme ad altri 25 confratelli fra cui il suo biografo, a predicare in Germania per cercare di creare una presenza più stabile dei francescani in quei territori. Missione compiuta se nel 1223 viene nominato custode della Sassonia e nel 1228 ministro provinciale dell’intera Germania. E fu proprio dai territori tedeschi che egli guidò, nei primi anni trenta del Duecento, l’espansione dell’Ordine francescano nei territori dell’est e del nord Europa: Boemia, Ungheria, Polonia, Romania e Norvegia.

(L’articolo completo è disponibile nella versione stampata o PDF di Digressioni n. 2 – clicca qui per info)

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER - ti aggiorneremo sulle novità della nostra rivista 

logo-digressioni-full

DIGRESSIONI - TRIMESTRALE CARTACEO DI CULTURA

Reg. Tribunale Udine n. 19/16

info@digressioni.com |