FOLLIE! FOLLIE!

Una rivista cartacea trimestrale di cultura in Italia 

“Follie! Follie! Delirio vano è questo”, avrebbe detto Violetta. Quale altro progetto infatti potrebbe sembrare più orientato a un sicuro fallimento? Quale accostamento di parole potrebbe suonare più assurdo?
Una rivista cartacea trimestrale: in un momento in cui nessuno legge e l’informazione si trova tutta sul web nel giro di pochi istanti. Di cultura in Italia: segnale quasi piatto.

Eppure noi ne sentivamo il bisogno: per dare spazio a chi scrive racconti, poesie, articoli; a chi si occupa di cultura e di arti visive. Soprattutto nella nostra zona (tra Friuli Venezia Giulia e Veneto), ma con uno sguardo globale, aperto a un panorama più ampio.

In un periodo in cui siamo invasi da un’enorme quantità di informazioni, immagini e parole virtuali ovunque e in qualsiasi momento, volevamo tornare al medium della carta, a prenderci il tempo per parlare di quello che ci piace, a fare poco ma (speriamo) bene, forse con un po’ di ingenuità. Senza la pretesa di esaurire in poche pagine argomenti complessi, ma certamente cercando di incuriosire chi legge e invitandolo a scoprire.