Moravia, Pasolini e l’India

di Alessandro Lutman –

Mi trovo in aeroporto in attesa dell’imbarco. È Calcutta la mia destinazione finale e una strana eccitazione si prende gioco di me. In valigia una miscela di libri eterogenei: dalla politica alla filosofia passando per i racconti di viaggio. Saranno loro i miei compagni di viaggio, in particolare quelli sull’India, già letti, già sviscerati, già tentati di far propri.

È sera, la mente annebbiata dall’euforia e da un insensato turbamento, dunque lascio che l’irrazionale prenda possesso del mio corpo immergendomi completamente nella fantasia. Ancor prima che fisicamente voglio viaggiare mentalmente, spiritualmente, perciò liberamente.
Al mio fianco siedono Moravia e Pasolini; insieme hanno fatto l’esperienza dell’India a cavallo tra il 1960 e 1961, entrambi hanno tradotto quel viaggio in un’opera: rispettivamente Un’idea dell’India e L’odore dell’India. Saranno loro, attraverso questi due scritti, ad avvicinarmi a quella penisola immensa.

(L’articolo completo è disponibile nella versione stampata o PDF di Digressioni n. 2 – clicca qui per info)

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER - ti aggiorneremo sulle novità della nostra rivista 

logo-digressioni-full

DIGRESSIONI - TRIMESTRALE CARTACEO DI CULTURA

Reg. Tribunale Udine n. 19/16

info@digressioni.com |