Perché gli atomi sono così piccoli?

  • Digressioni
  • 08/07/2017

di Matteo Pernini –

Col documentario Potenze di dieci (Powers of Ten, 1977) i coniugi Ray e Charles Eames, di professione designer, si inoltrarono in quella vertigine visiva che annoda gli atomi alle galassie, l’infinitamente piccolo all’infinitamente grande. Si tratta di un breve filmato di otto minuti, in cui, come in un quadretto di Google Earth, l’innocua scena di un picnic familiare viene ripresa dall’alto, arretrando, una prima volta, di 10 metri ogni 10 secondi – fino a gettare uno sguardo d’insieme sulla Via Lattea – per poi, in seconda battuta, zoomare fin dentro la mano del campeggiatore, frugando nel vortice di capillari e linfociti sino a precipitare nel nucleo dell’atomo. In questo movimento impossibile, l’occhio si fa spazio fra le geometrie di corpuscoli e galassie, in un vertiginoso andirivieni, che richiama la suggestione di uno spazio frattale, l’armonico reiterarsi di strutture a diverse scale.

(L’articolo completo è disponibile nella versione stampata o PDF di Digressioni n. 3 – clicca qui per info)

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER - ti aggiorneremo sulle novità della nostra rivista 

logo-digressioni-full

DIGRESSIONI - TRIMESTRALE CARTACEO DI CULTURA

Reg. Tribunale Udine n. 19/16

info@digressioni.com |