Richard Blanco & Derek Walcott

di Carlo Selan –

L’8 gennaio 2013, durante la cerimonia per il secondo insediamento alla Casa Bianca di Barack Obama, a celebrare l’evento, oltre che un nutrito gruppo di musicisti e un vasto pubblico, era presente anche un poeta, chiamato e voluto dallo stesso presidente per svolgere la ormai tradizionale funzione di Innaugural Poet (come, per dire, fece Robert Frost con J.F. Kennedy), e leggere alcuni versi composti per l’occasione: si trattava di Richard Blanco, poeta di origini cubane emigrato negli Stati Uniti e dichiaratamente omosessuale.

Durante la cerimonia, dopo aver letto i versi del suo lungo poema One Today, Richard Blanco disse al microfono, rivolgendosi a sua madre: “Well, Mom, I think we’re finally American”. Nelle settimane successive, si parlò molto di quella poesia e del suo significato; il The Daily Beast ad esempio utilizzò queste parole: “Overall, the poem is successful, art meant to orient, to reconfirm collective identity in a time of recent tragedy. It’s an optimistic, careful piece meant to encourage, a balm.”

(L’articolo completo è disponibile nella versione stampata o PDF di Digressioni n. 2 – clicca qui per info)

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER - ti aggiorneremo sulle novità della nostra rivista 

logo-digressioni-full

DIGRESSIONI - TRIMESTRALE CARTACEO DI CULTURA

Reg. Tribunale Udine n. 19/16

info@digressioni.com |