Rumori

  • Digressioni
  • 09/10/2018

di Marko Kravos – 

Muovo il corpo nei rumori notturni,
vado scostando gli strati dell’aria.
E a ogni mio movimento risplende
il plancton, il seme del cosmo.
Acque a sinistra
e foglie di granoturco;
a destra, sotto le quercie, i richiami
di un animale selvaggio.
Il mio sangue sussurra e scorre in corsi
circolari, il respiro si fa brezza
nella mia gola, e la mia mano un pettine
dove il buio mansueto si strofina.

(traduzione di Arnaldo Bressan)

(L’articolo completo è disponibile nella versione stampata o PDF di Digressioni n. 8 – clicca qui per info)

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER - ti aggiorneremo sulle novità della nostra rivista 

logo-digressioni-full

DIGRESSIONI - TRIMESTRALE CARTACEO DI CULTURA

Reg. Tribunale Udine n. 19/16

info@digressioni.com |