Senti come ti ritorno in bolla

di Michele Saran –

C’erano una volta forma-sonata e forma-concerto, con tutta probabilità le strutture (finora) più fertili e significative della musica occidentale. Franz Joseph Haydn, padre di entrambe, riassunse modi e forme della musica barocca ormai agli sgoccioli in un qualcosa di potentemente logico nella sua semplicità. C’è un primo motivo, di solito impetuoso, un secondo motivo, disteso, c’è la messa in reazione di entrambi, quindi una nuova enunciazione che tragga il manzoniano “sugo della storia”, e poi giunga a risoluzione. Lo schema del teorema, ipotesi-tesi-dimostrazione-conclusione, ora si etichetta con una nomenclatura non plus ultra del classicismo viennese, dell’illuminismo europeo e del razionalismo occidentale del 1700: esposizione-sviluppo-ripresa-coda.

(L’articolo completo è disponibile nella versione stampata o PDF di Digressioni n. 7 – clicca qui per info)

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER - ti aggiorneremo sulle novità della nostra rivista 

logo-digressioni-full

DIGRESSIONI - TRIMESTRALE CARTACEO DI CULTURA

Reg. Tribunale Udine n. 19/16

info@digressioni.com |