Barbara Baynton e il terrore della frontiera

di Christina A. Lee –

Il canone della letteratura coloniale australiana ha spesso esaltato i coraggiosi pionieri (bushman) di autori come Henry Lawson e Banjo Patterson, uomini solitari alla conquista dell’outback, la nuova frontiera. Il mito australiano dei coloni poveri e laboriosi che popolavano un paradiso utopico divenne elemento cardine nella nascente letteratura
dell’epoca, ma questa epopea idealizzava un’esistenza che in realtà era spesso devastante e pericolosa, specialmente per le donne.