Telescopio su di un prato notturno

di Gian Pietro Barbieri – 

La galassia e il cosmo intero, la nostra percezione dello stesso e il nostro livello di cultura scientifica, il nostro pensiero e tutte le incognite, i misteri e il mondo reale stanno tutti qui, in questo piccolo prato all’imbrunire. La città sembra rimpicciolirsi mano a mano che le tenebre l’avviluppano; il prato che le sta di fronte sembra sprofondare nel buio, rivelandosi tenebra. A guidarci in una ricognizione superficiale di esso non poteva che essere lei, simbolo della ragione che illumina la tenebra dell’indistinto: la lucciola (Lampyris noctiluca).

Se la natura ritorna

di Gian Pietro Barbieri –

Osservando la piana da un’altura, sembra tutto fermo, anche le auto in movimento, lontane, sembrano inclinarsi all’asse terrestre, paciose nel verde affiorante, nel mare verde che sgorga con cieca cocciutaggine, con fede profonda da un buio oscuro che tutto ammanta. Poi, scendendo, entrando nel quadro visto dall’alto e incorniciato di cielo…

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER - ti aggiorneremo sulle novità della nostra rivista 

logo-digressioni-full

DIGRESSIONI - TRIMESTRALE CARTACEO DI CULTURA

Reg. Tribunale Udine n. 19/16

info@digressioni.com |